Zambia: 8 giovani preti da sostenere nella loro vocazione

Lo Zambia è un Paese che, contrariamente ad altri Paesi africani, gode di una certa stabilità. Nonostante questo, deve far fronte a numerose sfide: la povertà diffusa, infrastrutture mancanti e il 12% della popolazione affetta dal virus dell’AIDS.


Un terzo della popolazione é di confessione cattolica, un po’ più della metà appartiene a dei gruppi di protestanti o ad altre comunità ecclesiali. La popolazione restante appartiene alle religioni tradizionali. I musulmani non rappresentano che una piccola percentuale, anche se negli ultimi anni si è assistito ad un’ espansione e ad un accresciuto attivismo dell’Islam.

Per il momento, il problema più grande è la proliferazione delle sette che incontrano il favore della gente per via della loro predicazione che promette a chi vi aderisce vantaggi concreti già in questo mondo. Un messaggio che fa presa anche su molti cattolici.

Per evitare che i fedeli cattolici cadano preda di queste false promesse, la pastorale in Zambia deve rafforzarsi. E per questo occorre potenziare il numero dei preti.

Mentre in passato la Chiesa dello Zambia era sostenuta soprattutto da missionari europei che disponevano di aiut economici provenienti dalle loro rispettive patrie d’origine, oggi la Chiesa dello Zambia fa capo ad un clero locale. I giovani preti che seguono la sequela di Cristo, sanno che le condizioni in cui andranno ad operano, saranno dure se non durissime. Molti di loro saranno inviati in luoghi discosti, dove non c’è n’è elettricità, n’é acqua corrente e nemmeno altri fratelli con cui condividere il percorso.

 

Otto giovani della diocesi di Mongu, si stanno preparando a divenire preti. La diocesi si trova nell’ovest del Paese e si estende su una superficie vasta quasi 90mila chilometri quadrati. Le tredici parrocchie sono grandi quanto una diocesi alle nostre latitudini.

Il bisogno di preti è grandissimo. E le sette approfittano del fatto che i fedeli cattolici sono spesso abbandonati a se stessi a causa della mancanza di preti. La Chiesa locale è molto povera e una formazione sacerdotale curate, solida e che dura nel tempo, costa.

 

ACS vi propone di sostenere la formazione di otto giovani seminaristi, con 8mila euro.

 

Code: 159-02-79

Zambia: 8 giovani preti da sostenere nella loro vocazione_5245