Etiopia: aiutiamo a formare 72 nuovi giovani catechisti (Kopie 1)

Nella parrocchia di Fullasa, due sacerdoti che si prendono cura di 39.000 fedeli cattolici. La parrocchia, fondata nel 1960, è la più antica sul territorio del Vicariato Apostolico di Awasa, nel sud dell'Etiopia. Allo stesso tempo, è anche la più grande. In molti dei  72 villaggi,  sono state erette delle piccole cappelle, perché i viaggi per raggiungere la chiesa parrocchiale sono troppo lunghi. In molte località, la Messa può essere celebrata solo ogni due mesi.


Ecco perché, in ogni villaggio dove c'è una cappella, c'è anche un catechista che prega con i fedeli, insegna il catechismo ai bambini, agli adolescenti e agli adulti, organizza con loro veglie di preghiera e liturgie della Parola e che, con il permesso del vescovo, può distribuire la comunione. Per poter trasmettere la fede, i catechisti stessi devono essere formati bene. Soprattutto, è molto importante aiutare i giovani a praticare un buon discernimento, perché altrimenti c'è il rischio che siano attratti da sette che, nel Paese,  sono molto attive. Al momento attuale vi sono molti   catechisti giovani, che hanno appena iniziato la loro missione. Questi giovani hanno ora bisogno di essere sostenuti e formati. Per questo motivo, la parrocchia deve acquistare materiale didattico, libri, bibbie e video didattici, oltre a attrezzature per la proiezione. È anche previsto che i catechisti visitino altre parrocchie, acquisiscano familiarità con la pratica pastorale per estendere la loro esperienza. Ciò comporta spese di viaggio, alloggio e cibo. "Aiuto alla Chiesa che soffre" ha promesso di aiutare nella formazione iniziale e permanente di 72 giovani catechisti fino a 15.000 euro.

Codice: 118-07-49

Etiopia: aiutiamo a formare 72 nuovi giovani catechisti (Kopie 1)_5373